Monsanto e Bayer stanno cercando di conquistarne l’industria della Cannabis

Monsanto e Bayer stanno cercando di conquistarne l industria della Cannabis

A quanto pare è quasi certo che Monsanto stia progettando di conquistare l’industria della cannabis, attraverso l’ingegneria genetica, come succede già per il mais e la soia.

Da come si sta muovendo l’azienda, ormai è chiaro ai più che la Monsanto, sia sempre più attiva in questo senso, creando un forte dissenso da parte delle aziende del settore della cannabis. La maggior parte delle aziende del settore sono pronti a resistere alla potenza della multinazionale.

Questa volontà risulta ancora più lampante dopo l’acquisizione di Monsanto da parte di Bayer, la più grande azienda farmaceutica del mondo.
Secondo la stampa di settore, è iniziato un processo di acquisizioni a catena da parte di aziende legate direttamente a Monsanto, come la Scotts Miracle-Gro, che attraverso società la Hawthorne, di sua proprietà, ha acquisito tre delle maggiori compagnie di coltivazione di cannabis: General Hydroponics, Botanicare e Gavita.

Possiamo auto punto affermare che Bayer e Monsanto potranno creare un monopolio sui semi di marijuana nello stesso modo in cui hanno creato un monopolio sul mais e sulla soia, creando una cannabis OMG.
Grazie alla loro immensa capacità finanziaria, a un potere societario immenso e all’applicazione della legge sui brevetti internazionali, Bayer e Monsanto potrebbero innalzarsi a una posizione di controllo totale sulla cannabis sia per uso medico/terapeutico che per uso ricreativo, utilizzando lo stesso modello creato per le le coltivazioni alimentari che già controllano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.